I pacchetti di ArteTerapia

I PACCHETTI DI ARTETERAPIA SONO PERCORSI DI 10 INCONTRI DA 1 ORA A INCONTRO (RINNOVABILI).
SONO RIVOLTI A CHI VUOLE UNA FARE ESPERIENZA DI CONOSCENZA DI SE’ ATTRAVERSO I MEDIATORI ARTISTICI.
NON SERVE ESSERE PRATICI DI ARTE NE’ ARTISTI.

TECNICHE DIGITALI (FOTOGRAFIA TERAPEUTICA, VIDEOTERAPIA, ANIMAZIONI STOP MOTION, APP)
TECNICHE MANUALI (DISEGNO-COLLAGE)
TECNICHE DI GIOCO CREATIVO, SENSORIALE E PLASTICO.

BAMBINI

L’arteterapia può essere un modo divertente e stimolante per i bambini per esplorare il mondo, il proprio corpo, le relazioni, le emozioni e la propria capacità comunicativa, facendo piccole esperienze artistiche e sensoriali, calibrate sull’età del bambino.

Fascia d’età indicata:
5-11 anni

ADOLESCENTI

La pratica con i mediatori artistici sviluppata insieme ad un professionista della relazione d’aiuto aiuta l’adolescente ad entrare in contatto con i suoi bisogni e le sue risorse, stimola la creatività e l’adattamento, aiuta l’autoregolazione emotiva attraverso la sana espressione delle emozioni difficili.

Fascia d’età indicata:
12-19 anni

ADULTI

Espressione attraverso i mediatori artistici per aiutare la conoscenza di sé e delle proprie emozioni. Adatto a chi vuole esplorare attraverso un percorso una esperienza creativa di benessere e libertà oppure a chi vuole lavorare su un tema di vita specifico : lutto, separazione, difficoltà relazionali o familiari, disagi emotivi come ansia, disturbi dell’umore, difficoltà espressive, problemi legati a sintomi psicosomatici.

Fascia d’età indicata:
19 – 100 anni

L'arteTerapia

L’attività artistica è senza dubbio una delle forme spontanee più antiche di cura e di guarigione.

Da questo processo naturale e spontaneo dell’utilizzo dell’arte come metodo di aiuto, di sviluppo, di guarigione fisica e psichica, e dallo sviluppo successivo della disciplina della psicoanalisi, nasce l’Arteterapia.

Essa è una modalità attiva di autoconoscenza ed evoluzione fondata sull’esperienza non verbale dell’uso dei mediatori artistici.

Affonda dunque le sue radici sia nel campo dell’arte che in quello della psicologia,  ricavando da ambedue meccanismi funzionali al processo terapeutico e costituendo uno spazio intermedio in cui le due discipline si riflettono e si integrano.

L’arteterapia non è il semplice colorare, che senza dubbio può produrre benefici immediati in termini di piacere e rilassamento, ma è un percorso che richiede la presenza di un setting di relazione d’aiuto e di un operatore formato che sappia mediare, contenere, amplificare e integrare i contenuti emersi nel lavoro con il mediatore artistico.

INFORMAZIONI sui PACCHETTI